La Lombardia è pronta a confermare anche per il futuro il suo ruolo di locomotiva d’Italia. Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha partecipato a Palazzo Lombardia al Tavolo del Comitato regionale di coordinamento delle Università lombarde (CRUL). L’organismo riunisce i rettori di tutti gli atenei regionali.

Un’occasione per presentare il variegato e competitivo “sistema” delle università lombarde, composto da atenei statali, non statali, generalisti, monotematici, che rappresentano oltre il 20% del sistema nazionale, uno degli assi fondamentali nella crescita economico-sociale del territorio e del Paese.

All’ordine del giorno dei lavori: il sistema universitario lombardo; le università e la proposta di Regione per il regionalismo differenziato; le competenze regionali in materia
di università (diritto allo studio, edilizia universitaria, la ricerca applicata).

La parola al Governatore

“E’ stato un momento di conoscenza e approfondimento molto importante. Formazione, innovazione e ricerca” ha commentato il Presidente Fontana “sono una priorità dell’agenda politica regionale per una Lombardia che si prefigge di continuare ad essere la locomotiva dell’Italia. Penso al riguardo che mettere a disposizione il know how delle nostre Università, anche e soprattutto alle piccole e medie imprese, che sono quelle che ora maggiormente necessitano di aiuto, sia fondamentale e strategico. Così come ritengo sia indispensabile evolversi sul tema dell’internazionalizzazione. Un fronte questo, come gli altri illustrati durante l’incontro su cui Regione è pronta a collaborare con gli atenei per comprendere come portare avanti e migliorare le azioni finora messe in campo”.

“In tal senso” ha concluso Fontana “l’Autonomia diventerà un valore aggiunto sia per quanto riguarda il potenziamento dei settori della ricerca e dell’innovazione, sia per ciò che
attiene alla formazione dei nostri studenti”.